Gela

Muore carbonizzata in casa

Testimoni oculari raccontano che la scala utilizzata dai pompieri per accedere all’appartamento, situato al quarto piano, si sia inceppata mentre la 39enne che era all'interno chiedeva disperatamente aiuto

Muore carbonizzata in casa

Inferno di fuoco in una palazzina di via Novara 49, a Gela dove una casalinga di 39 anni è morta carbonizzata a causa dell’incendio della sua abitazione. La vittima si chiamava Concetta Legname, era sposata e aveva una figlia. Ancora da accertare le cause del rogo divampato questa mattina nel suo appartamento, nei pressi di via Crispi, quartiere Baracche a Gela. Sul posto per domare le fiamme sono intervenuti i vigili del fuoco e un’ambulanza, ma per la donna non c'era più nulla da fare. Sull'episodio indaga la polizia. Testimoni oculari raccontano che la scala utilizzata dai pompieri per accedere all’appartamento, situato al quarto piano, si sia inceppata mentre la 39enne chiedeva disperatamente aiuto. Pare che Concetta Legname sia morta arsa viva, davanti gli occhi terrorizzati dei primi soccorritori e dei residenti della zona. L’immobile, dove abitano altre famiglie, è stato evacuato. (AGI)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi