Nel Ragusano

Comiso, al pronto soccorso con la pistola

E' arrivato alle 7 al pronto soccorso dell'ospedale di Comiso (Ragusa) chiedendo di essere visitato per un indistinto malessere e di essere ricoverato perché stanco.

polizia

E' arrivato alle 7 al pronto soccorso dell'ospedale di Comiso (Ragusa) chiedendo di essere visitato per un indistinto malessere e di essere ricoverato perché stanco. Luciano Cutrona, 41 anni, non era un ordinario ipocondriaco: aveva con sé una pistola portata nella cintola e ben visibile. Dopo averlo fatto sdraiare su una lettiga, i medici del pronto soccorso hanno chiamato la polizia. Gli agenti di Vittoria sono arrivati e hanno arrestato l'uomo, che deve rispondere di porto abusivo di arma clandestina e detenzione illegale di munizioni.
L'arma, perfettamente funzionante, aveva nel caricatore dieci cartucce e altre ne sono state trovate nell'auto di Cutrona, che nell'ospedale non ha mai utilizzato la pistola per minacciare il personale sanitario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi