Palermo

Ardizzone nega la sala
"Mattarella" a Cuffaro

Ardizzone "In una sala prestigiosa del Parlamento siciliano, di recente intitolata a una vittima di mafia come il presidente della Regione Piersanti Mattarella, sarebbe stata inopportuna, e certamente equivoca, la partecipazione di un relatore condannato per favoreggiamento aggravato a cosa nostra.

Ardizzone nega la sala "Mattarella" a Cuffaro

"Le confermo che la revoca della concessione per l'utilizzo della sala Mattarella per un incontro sul tema dei diritti dei detenuti è avvenuta per mia espressa volontà". Lo scrive in una nota il presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, rispondendo alla lettera del deputato Saverio Romano in merito alla revoca della concessione della Sala Mattarella per un convegno sui diritti dei detenuti ala quale era stato invitato l'ex presidente della Regione Salvatore Cuffaro. "Converrà con me, visto che anche Lei riveste un ruolo pubblico e quindi ha responsabilità nei confronti di tutti i cittadini e delle Istituzioni, - continua - che in una sala prestigiosa del Parlamento siciliano, di recente intitolata a una vittima di mafia come il presidente della Regione Piersanti Mattarella, sarebbe stata inopportuna, e certamente equivoca, la partecipazione di un relatore condannato per favoreggiamento aggravato a cosa nostra. Lotta a mafia è fatta anche di segnali chiari e inequivocabili".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi