stretto di messina

Funivia fra Sicilia e Calabria

Nell'attesa di un improbabile ponte sullo Stretto di Messina, Sicilia e Calabria potranno essere collegate dalla funivia. Il progetto è stato realizzato dall'ingegnere messinese Achille Baratta assieme al progettista strutturale bolognese Massimo Majowiecki

Funivia fra Sicilia e Calabria

Achille Baratta

Nell'attesa di un improbabile ponte sullo Stretto di Messina, Sicilia e Calabria potranno essere collegate dalla funivia. Il progetto è stato realizzato dall'ingegnere messinese Achille Baratta assieme al progettista strutturale bolognese Massimo Majowiecki. La Funivia Stretto di Messina sarebbe una metro leggera sospesa in aria a 70 metri dal livello del mare che permetterebbe di arrivare dall'aeroporto di Reggio Calabria fino alla stazione marittima di Messina in massimo 15 minuti, racconta l'inserto economico del Corriere del Mezzogiorno. "Per noi che viviamo in riva allo Stretto - spiega Baratta - il collegamento con la Calabria è diventato con il tempo soggetto e lo stesso scopo della nostra vita. Al momento sulle due rispettive coste, considerate, ci sono due piloni arrugginiti che servivano a sostenere un elettrodo e che da moltissimo tempo sono abbandonati a sé stessi. Eppure ciò significa che un collegamento è esistito e che pertanto era facile immaginare che a questo si potesse sostituire una struttura modernamente concepita che sostenesse una funivia". Realizzazioni simili sono già state fatte nel resto del mondo. Infatti il sistema di trasporto aerobus, che consiste in carrozze motorizzate alimentate da energia elettrica sospese a un cavo, è stato già collaudato in Svizzera nel 1974 e reso operativo per 6 mesi nella città di Mannheim in Germania dove ha trasportato 2,2 milioni di persone. Negli ultimi anni, poi, sono stati progettati sistemi di aerobus per le città cinesi di Chongqing e Weihai e per la Malacca Aerorail. Dallo studio dell'attraversamento che è di circa 3 chilometri e mezzo - continua Baratta - si è passati a quello del territorio intervenendo su entrambe le sponde con 40 punti d'appoggio, ossia 40 fermate, comprese tra la stazione marittima di Messina e l'aeroporto di Reggio Calabria, che ovviamente si trova sull'altra sponda. (ANSA)

Commenti all'articolo

  • PEPPINOM

    26 Maggio 2016 - 10:10

    IN TUTTO IL MONDO REALIZZANO PROGETTI AVVENIRISTICI, SOLO MESSINA RESTERA' E RESTA CITTA' DA QUARTO MONDO. GRAZIE SIGNORI POLITICI PIPPO MARTORANA

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi