Castelmola

Muore schiacciato dal trattore

Castelmola, tragico incidente in un terreno privato di contrada Conchi. A perdere la vita Antonino Cundari, 80 anni, in passato consigliere comunale

Muore schiacciato dal trattore

Tragica fine per un ottantenne di Castelmola che si è spento nella tarda mattinata di ieri dopo un incidente avvenuto, per cause ora in corso di accertamento, nelle campagne di contrada Conchi.

A perdere la vita è stato Antonino Cundari.

L’uomo, secondo i primi accertamenti, si trovava nei suoi terreni e stava svolgendo le consuete attività di campagna. Cundari era infatti un amante delle belle giornate da trascorrere a contatto con la natura e sotto un cielo soleggiato. E anche stavolta stava effettuando dei lavori nel terreno di sua proprietà adoperando anche un trattore. Per cause che ancora non sono note il pensionato, intorno alle 13, ha interrotto improvvisamente nella maniera più trafica i suoi intensi momenti di impegno e libertà in campagna. Stando a quanto riscontrato dalle forze dell’ordine il trattore lo ha schiacciato, probabilmente dopo essersi ribaltato magari a causa del terreno scosceso. Vano è stato qualsiasi tentativo di prestare soccorso all’anziano.

All’arrivo dei medici del “118” non vi è stato nulla da fare. Sul posto, scattato l’allarme, sono intervenuti i Vigili del fuoco di Letojanni e i Carabinieri della Compagnia di Taormina che adesso stanno cercando di far luce sull’episodio per ricostruire l’esatta dinamica di questa drammatica vicenda.

Cundari aveva certamente esperienza e abilità nelle attività da svolgere nei propri terreni ma questa volta si è verificato un imprevedibile incidente del quale andrà ora accertato la precisa dinamica. Cundari era conosciuto nella cittadina molese anche per la sua attività politica. Negli anni passati aveva anche ricoperto, infatti, il ruolo di consigliere comunale. L’uomo era rimasto vedovo poco tempo addietro.

Antonino Cundari lascia due figli che adesso improvvisamente devono fare i conti con il dolore dell’incolmabile perdita del padre, verificatasi in circostanze del tutto inattese e quindi ancora più drammatiche. Cordoglio per la scomparsa di Cundari è stato espresso, tra gli altri, dal sindaco di Castelmola, Orlando Russo, anche a nome dell’Amministrazione comunale da lui presieduta. Il primo cittadino ha ricordato l’impegno per la collettività e i valori e la generosità che hanno caratterizzato l’esistenza di Cundari, uomo che ha impegnato tutta la sua vita per gli affetti familiari e per la collettività, svolgendo con senso di responsabilità e con sincero attaccamento per il suo territorio anche il ruolo di componente del civico consesso del borgo castelmolese. Negli ultimi anni si era dedicato, in particolare, alla passione per i propri terreni, dei quali si è preso cura sino al suo ultimo giorno di vita ed è lì che è andato incontro alla morte.

Informato dell’accauduto il magistrato di turno, così come previsto in casi del genere, la salma è stata restituita ai familiari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto