Enna

Reperti sequestrati
in casa di un pregiudicato

Anfore, lucerne, monete e terracotte del periodo ellenico

Intenso week end di operazioni per la Polizia

La Polizia di Stato di Enna ha sequestrato nell'abitazione di un uomo con precedenti penali numerosi reperti archeologici, ritenuti "di inestimabile valore". Si tratta di anfore, unguentari, lucerne, monete, terracotte figurate e votive e pesi per telai, verosimilmente provenienti da insediamenti abitativi o necropoli di siti indigeni ellenizzati, presenti nella Sicilia centro meridionale, che possono essere collocati in un arco temporale compreso tra il V ed il II secolo avanti Cristo. I reperti sono stati affidati alla Soprintendenza ai Beni Culturali di Enna, che ha collaborato con l'Ufficio investigativo della Polizia di Stato. Ulteriori dettagli saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 09.30 al Palazzo di Giustizia. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi