nell'agrigentino

Armi, arrestati due fratelli

Due fratelli pescatori, Angelo e Mario Incorvaia, rispettivamente di 22 e 19 anni, sono stati arrestati a Licata (Agrigento) dalla Polizia di Stato perché sorpresi in possesso di armi e munizioni

Intenso week end di operazioni per la Polizia

Due fratelli pescatori, Angelo e Mario Incorvaia, rispettivamente di 22 e 19 anni, sono stati arrestati a Licata (Agrigento) dalla Polizia di Stato perché sorpresi in possesso di armi e munizioni. In un locale dove tenevano attrezzature gli agenti hanno trovato una pistola calibro 7,65 e un fucile calibro 12 con la matricola cancellata, un proiettile Nato, un caricatore con proiettili calibro 7,64, 14 cartucce calibro 12 e 309 proiettili calibro 9. Il fucile è risultato rubato nel 2005 a Caltabelotta. La Polizia di Stato ritiene, visti i numerosi proiettili calibro 9, che i due possedessero anche un'arma dello stesso calibro, che non è stata stata trovata. Sono in corso le indagini per accertare se i due fratelli tenessero le armi e le munizioni per conto di altre persone. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi