catania

Windjet, sequestrato 1 milione a Pulvirenti

I soldi erano in un conto svizzero dell'ex patron del Catania, ai domiciliari nell'ambito dell'inchiesta sul dissesto della compagnia aerea

Windjet, sequestrato 1 milione a Pulvirenti

Un milione di euro è stato sequestrato su un conto in Svizzera all'ex patron del Calcio Catania, Antonino Pulvirenti, agli arresti domiciliari nell' ambito dell'inchiesta sul dissesto della compagnia aera Wind Jet. Lo ha disposto il Gip di Catania, su richiesta della locale Procura. Da indagini di militari del comando provinciale della guardia di finanza era emerso che la Giafar società fiduciaria elvetica, nel marzo 2011, aveva versato 3.000.000 di euro alla Wind Jet per "futuro aumento del capitale sociale". Prima della sospensione dell'attività della compagnia aerea, già in crisi finanziaria, gli amministratori della low cost hanno ridato alla fiduciaria elvetica un milione di euro, su un conto svizzero. Le Fiamme gialle hanno scoperto che la Giafar è di fatto riconducibile a Pulvirenti, che ha confermato il collegamento, e i soldi erano tornati nel suo patrimonio. La Procura lo ha indagato per bancarotta fraudolenta per distrazione con l'Ad Stefano Rantuccio e il componente del Cda Agatino Vitaliti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi