palermo

Rimproverano i bambini, scatta
la spedizione punitiva

Tre nigeriani avevano rimproverato alcuni bambini che giocavano a pallone in cortile. Quando i genitori lo hanno saputo, si sono presentati a casa e hanno dato fuoco alla loro porta

Carabinieri

Non è stata una rissa tra migranti, ma una spedizione punitiva contro tre nigeriani che avevano rimproverato tre bambini che giocavano a palla nel cortile la causa dell'incendio della porta di casa degli immigrati ieri a Palermo. E' stata necessaria una notte di interrogatori e riscontri dei carabinieri per chiarire cosa fosse successo in vicolo Vannucci al mercato di Ballarò a Palermo. Tre bambini giocavano a palla. Il pallone è finito più volte contro la porta e la finestra dove vivono al civico 18 i tre nigeriani. All'ennesimo colpo contro la finestra i tre hanno rimproverato i bambini che sono tornati a casa e hanno raccontato quanto successo. A questo punto una decina di palermitani si sono presentati con i bastoni dietro casa dei tre immigrati e hanno iniziato a picchiare contro la porta. I tre si sono barricati in casa. A questo punto il gruppo di palermitani ha sfondato la porta appiccando l'incendio. I nigeriani sono riusciti a fuggire scappando da una finestra e sono stati trasportati in ospedale. Indagini sono in corso dai carabinieri che stanno cercando gli autori dell'aggressione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi