palermo

Disoccupato suicida,
sms alla figlia "Perdono"

E' stata la figlia a ricevere l'ultimo messaggio inviato dal padre, poco prima di cospargersi di benzina e darsi fuoco all'interno della auto nei pressi del mercato ortofrutticolo di Villabate.

Disoccupato suicida,sms alla figlia "Perdono"

 "Perdono per quello che sto facendo, ti voglio bene...", ha scritto l'uomo che una settimana fa era stato licenziato dalla ditta di autotrasporti per la quale lavorava. La giovane ha intuito quello che stava per accadere e ha raggiunto di corsa il luogo della tragedia, dove il padre caricava di solito le cassette di prodotti agricoli sul suo camion. Ma quando è arrivata le fiamme erano già alte. Ha tentato di avvicinarsi ma è stata allontanata dai carabinieri e dai vigili del fuoco, impegnati a spegnere il rogo prima che l'auto esplodesse. A raccontare quei momenti terribili è uno dei cognati dell'autotrasportatore: "La ragazza è arrivata davanti alla Fiat Idea in fiamme dopo avere ricevuto il messaggio del padre, ha provato a salvarlo ma non c'è stato nulla da fare...". Nell'auto, oltre al cadavere del disoccupato, è stata trovata anche una tanica di benzina. L' uomo, che da una settimana era disoccupato, non ha lasciato nulla al caso. "Era disperato - commenta un altro parente - questo suicidio è uno schiaffo per tutti. Ci vuole coraggio a togliersi la vita in questo modo". Sul luogo della tragedia, davanti all'auto carbonizzata, i parenti della vittima si abbracciano, piangono, si disperano. "Non si può morire così - dice tra le lacrime un'altra cognata - Non è giusto". L' uomo, che si era da poco trasferito da Palermo a Villabate, era separato; la figlia, alla quale era legatissimo, viveva con la moglie. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi