catania

Casco e giubbotto di Raciti tornano a casa

Il 2 febbraio saranno restituiti alla famiglia il casco e il giubbotto che l'ispettore Raciti indossava 9 anni fa, quando fu ucciso durante gli scontri nel tragico derby con il Palermo

Casco e giubbotto di Raciti tornano a casa

Torneranno a 'casa' il casco e il giubbotto che Filippo Raciti indossava il 2 febbraio del 2007, quando l'ispettore capo della polizia di Stato, poi promosso sostituto commissario, è stato ferito mortalmente in uno scontro con ultras del Catania durante il derby allo stadio Angelo Massimo con il Palermo. Dopodomani, nel giorno nono anniversario della tragedia, saranno riconsegnati alla sua famiglia. Il poliziotto sarà ricordato, il 2 febbraio, con una cerimonia in piazza Spedini, alla presenza, tra gli altri, del capo della Segreteria del dipartimento della Pubblica Sicurezza e presidente dell'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, il prefetto Vincenzo Panico, in rappresentanza del Capo della Polizia, e del Questore di Catania, Marcello Cardona. Sarà deposta una corona d'alloro davanti al monumento che ricorda il poliziotto caduto in servizio. Saranno poi consegnati alla vedova di Raciti, la signora Marisa Grasso, il casco e la giubba che Filippo indossava quella sera. Successivamente, nella chiesa di San Nicolò l'Arena, in piazza Dante, sarà officiata una messa. A termine sarà scoperta una lapide dedicata a Filippo Raciti dall'Associazione nazionale polizia di Stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi