palermo

Disinnesco bomba, concluse le operazioni

E' stato trasferito e fatto brillare al poligono di Pian dell'Occhio l'ordigno bellico ritrovato a Palermo. Il traffico è ripreso, gli abitanti della zona sono tornati a casa

Disinnesco bomba, concluse le operazioni

Con l'arrivo alla cava di Pian dell'Aia, nella zona di Bellolampo, del convoglio militare su cui era caricato l'ordigno bellico trovato nel parco archeologico del Castello a Mare, che ha costretto 3200 palermitani a lasciare in mattinata le proprie abitazioni, si è conclusa l'operazione del disinnesco della bomba della Seconda Guerra Mondiale. La popolazione è potuta rientrare in casa. La prefettura di Palermo ha disposto la riapertura dei varchi della zona rossa. Tutti i residenti sono rientrati a casa. L'ordigno, dopo le operazioni compiute dei militari del genio guastatori, era ormai innocuo. Alle 14, è ripresa anche la pedonalizzazione di via Maqueda e di via Libertà. 

Alle 17.15 i militari del Genio Guastatori hanno fatto brillare al Poligono di Piano dell'Occhio l'ordigno bellico. Lo rende noto il Comune di Palermo. Impegnati, nelle operazioni, centinaia di uomini e donne delle Forze dell'Ordine, della Protezione Civile, della Croce Rossa, dei Vigili del Fuoco, delle associazioni di volontariato, di diversi uffici e strutture comunali, sotto il coordinamento della Prefettura di Palermo. "Sono molto grato - ha detto il sindaco Leoluca Orlando - a tutti i rappresentanti istituzionali e a tutti i singoli operatori che in questi 25 giorni hanno operato con grande professionalità, meticolosità ed efficienza per risolvere una situazione inaspettata e che oggi pomeriggio ha visto una felice conclusione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto