Messina

Assenteisti Iacp, 78 condanne

Chiuso in primo grado il processo “Badge sicuro” sui furbetti del cartellino. Decise pene tra 4 mesi e un anno e 5 mesi. Risarcimento all’ente

iacp

Si è chiuso con 78 condanne ed una assoluzione il processo per truffa sui casi di assenteismo all’Iacp, l’istituto autonomo case popolari di Messina. I giudici della Prima sezione penale del Tribunale hanno disposto condanne che oscillano da un minimo di quattro mesi di reclusione ad un massimo di un anno e cinque mesi, con pena sospesa per tutti. Una sola l’assoluzione con formula piena. Il processo scaturisce dall’operazione "Badge sicuro" del 2012 che portò l’Istituto autonomo case popolari alla ribalta negativamente. Il caso destò particolare scalpore perché coinvolse la maggior parte dei dipendenti dell’ente. I militari della Guardia di Finanza piazzarono delle telecamere nascoste in prossimità del badge elettronico che rileva l’entrata e l'uscita. Le telecamere immortalarono alcuni dipendenti che strisciavano il badge al posto di altri. In questo modo, secondo l’accusa, avrebbero consentito ai colleghi di arrivare in ufficio in ritardo oppure di andare via in anticipo o ancora uscire per dedicarsi a faccende personali.

Tutti i dettagli e i nomi nell'edizione in edicola 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi