Trapani

No a funerali pubblici
per un mafioso

Decisione del questore in relazione alle esequie di Filippo Sammartano, 58 anni, di Campobello di Mazara

No a  funerali pubblici per un mafioso

Il questore di Trapani, Maurizio Agricola, ha vietato, per ragioni di ordine pubblico, la celebrazione dei funerali pubblici per Filippo Sammartano, 58 anni di Campobello di Mazara (Tp), condannato per associazione mafiosa, deceduto ieri per cause naturali. Sammartano era rimasto coinvolto in due distinte inchieste antimafia: nel 97 in "Progetto Belice" e nel 2010 in "Golem 2". Dalle intercettazioni effettuate nel corse delle indagini è emerso, tra l'altro, che Sammartano avrebbe pronunciato frasi inneggianti il boss latitante Matteo Messina Denaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi