Nello Stretto

Fatta luce su
inchino Vestfold

Il comandante dell'Autorità marittima di Messina, Antonino Samiani, rispondendo alla lettera-esposto pervenutagli da uno dei passeggeri della nave di Caronte&Tourist chiarisce quanto accaduto nel primo pomeriggio dell'11 ottobre. Samiani aveva fatto scattare un'indagine interna a seguito dell'articolo pubblicato sul nostro giornale. Leggi la lettera in versione integrale.

vestfold

Chiusa l'indagine interna all'Autorità marittima, il comandante Antonino Samiani ha reso noto quanto accaduto dopo aver ricevuto una dettagliata relazione da parte del personale di giardia alla stazione Vts di Forte Ogliastri. Tra i destinatari della sua lettera anche uno dei tre passeggeri che attraverso il nostro giornale avevano reso noti i fatti accaduti giovedì 11 ottobre. Questo il testo integrale.

In relazione al Suo esposto, del quale ho avuto notizia sabato scorso leggendo l’articolo apparso sulla stampa locale, ho avviato subito una indagine Interna per verificare quanto accaduto.

Il Comandante della M/N Vestfold in partenza giovedì 11 alle ore 15.30 dal porto di Villa San Giovanni diretta a Messina, ha chiamato il Centro VTS per comunicare la sua intenzione di far rotta più a Nord per rendere omaggio ad un collega i cui funerali si stavano svolgendo presso la chiesa di Torre Faro.

Il Responsabile di turno al Centro VTS, dopo un momento di isteresi dettata dalla singolarità della richiesta, ricevuta assicurazione che i passeggeri erano stati avvertiti e valutata la situazione cinematica nello Stretto con l’assenza di navi, dava il suo assenso per una rotta più a Nord con la precisa raccomandazione di non invadere la zona di traffico costiero.

Durante il monitoraggio della nave il Centro VTS rilevato che il Comandante, contravvenendo alle disposizioni impartite, aveva invaso l’ Inshort traffic zone, lo invitava a rientrare immediatamente lungo la corsia Nord/Sud e provvedeva a verbalizzarlo.

Il sentimento di umana solidarietà che accomuna tutti i marinai e l’assicurazione che i passeggeri fossero stati avvisati, ha portato i responsabili del Centro VTS a focalizzare l’attenzione esclusivamente sugli aspetti di sicurezza della navigazione trascurando gli altri.

Come ho avuto modo di verificare personalmente attraverso i tracciati radar, Le confermo che la navigazione si è svolta in sicurezza ed evidenzio che gli aspetti legati alla puntualità delle corse e le informazioni ai passeggeri rientrano precipuamente tra gli obblighi commerciali che sono in capo al Comandante della nave e alla Società.

Pur tuttavia è innegabile che, con il proprio inusuale assenso, il personale del Centro VTS abbia contribuito al disservizio arrecato a tutti i passeggeri.

Per questi motivi il personale del Centro VTS è stato formalmente richiamato ad una più rigorosa osservanza delle procedure e, nel ringraziarla per la segnalazione, La prego di accettare le mie scuse per il disagi subiti a causa del fuori programma.

Colgo l’occasione per invitarLa , insieme ai suoi colleghi, ad una visita presso il Centro VTS per apprezzare la complessità e la sicurezza dei sistemi e la professionalità del personale.

In attesa di una Sua cortese risposta porgo

Distinti Saluti.

         IL COMANDANTE

C.V. (CP) Antonino SAMIANI

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi