Lampedusa

Eritrei protestano
contro rilevazione
delle impronte

Protesta inscenata da duecento migranti

lampedusa sbarchi

Mentre l'astronauta Samantha Cristoforetti si trova al molo Favaloro di Lampedusa per incontrare gli uomini della Capitaneria di porto da anni impegnati nel soccorso ai migranti, dal Centro accoglienza dell'Isola un gruppo di circa 200 eritrei si sta muovendo verso la piazza del paese. I migranti protestano perché non vogliono farsi identificare attraverso le impronte digitali. Non è la prima volta che gli immigrati mettono in atto sull'isola questa forma di protesta. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto