Palermo

Bocciata la mozione di sfiducia

I deputati Ncd e Mpa non la votano. In cinquanta hanno votato contro la proposta di M5s, Fi e Lista Musumeci. L’uscita di scena di Crocetta avrebbe posto fine alla legislatura e portato a nuove elezioni

Bocciata la mozione di sfiducia

 Rispettate le previsioni della vigilia. L’Ars ha bocciato la mozione di sfiducia a Crocetta con 50 voti contrari, 28 a favore e due astenuti, quelli dei deputati dell’Mpa Roberto Di Mauro e Toti Lombardo. A favore, invece, hanno votato i deputati del Movimento Cinquestelle, della Lista Musumeci, di Forza Italia, promotori dell’iniziativa, del Pid-Cantiere popolare e di una parte del Gruppo Misto. Contro, hanno votato i deputati del Pd, dell’Udc, di Sicilia Futura, Sicilia Democratica, Il Megafono ed Ncd. Per approvare la mozione, sarebbe occorsa una maggioranza qualificata di 46 deputati, a prescindere dal numero dei presenti. Trattandosi, inoltre, di mozione di sfiducia, la votazione è stata effettuata per appello nominale. Se si fosse votata a scrutinio segreto, probabilmente il risultato sarebbe stato diverso, anche se sono in molti a dubitare che sarebbero prevalsi i “si”. L’uscita di scena di Crocetta, infatti, avrebbe comportato l’immediata fine della legislatura e nuove elezioni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto