nell'agrigentino

Imprenditore trovato morto

Giuseppe Miceli, sessantenne di Cattolica Eraclea (Ag), è stato trovato morto all'interno dell'ufficio della sua azienda di marmi. Indaga l'Arma

Imprenditore trovato morto

Un uomo, Giuseppe Miceli, sessantenne di Cattolica Eraclea (Ag), è stato trovato morto all'interno dell'ufficio della sua azienda di marmi, in via Crispi. Sul posto si sono immediatamente precipitati i carabinieri dei paesi limitrofi e quelli della compagnia di Agrigento. Sarebbero state trovate tracce di sangue sul pavimento. L'imprenditore, titolare di una impresa che si occupa della lavorazione del marmo, sarebbe stato ritrovato riverso sul pavimento con una presunta lesione alla gola. Oltre ai carabinieri, nell'azienda sono presenti il medico legale e i militari della scientifica. Le indagini dell'Arma sono coordinate dal sostituto procuratore di Agrigento, Silvia Baldi. Il sostituto procuratore Silvia Baldi ha disposto l'autopsia sul cadavere di Giuseppe Miceli, marmista di Cattolica Eraclea (Ag). L'esame servirà per fare chiarezza sulle reali cause della morte del sessantenne. Sembra, infatti, che l'uomo avesse al collo una profonda lesione e che sul pavimento siano state trovate tracce di sangue. I carabinieri e il pm, a quanto pare, hanno già iniziato a interrogare alcune persone. (A.A.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi