Vittoria

Spacciavano cocaina
ma era surrogato

Spacciavano cocaina, ma in realtà era un surrogato. Nei giorni scorsi la polizia di Vittoria (Ragusa) aveva fermato un giovane, sorpreso nei pressi della Fiera Emaia mentre cedeva una dose a un tossicodipendente.

Spacciavano cocaina
ma era surrogato
Spacciavano cocaina, ma in realtà era un surrogato. Nei giorni scorsi la polizia di Vittoria (Ragusa) aveva fermato un giovane, sorpreso nei pressi della Fiera Emaia mentre cedeva una dose a un tossicodipendente.

Il giovane era stato visto recarsi a casa di un altro pregiudicato, la polizia, dopo aver fermato lo spacciatore, aveva effettuato le perquisizioni in quella casa, trovando altre dosi. Dopo il fermo, i due erano stati scarcerati dal magistrato.

Ieri, a seguitole analisi di laboratorio dell'ufficio igiene pubblica dell'Asp, si è scoperto che non era cocaina, ma lidocaina i quantità minime, caffeina e fenidina. Dell'estere metilico della benzoilecgonina (l-cocaina) denominazione chimica della cocaina, non c'era traccia. Gli acquirenti non acquistavano la cocaina, ma solo un surrogato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi