Acquisiti atti

Aperta inchiesta
sulla gestione
del Cus Messina

I carabinieri hanno ascoltato i cinque dipendenti che reclamano oltre 30 stipendi e acquisito atti al complesso Primo Nebiolo e alla Cittadella dell’Annunziata. Nel mirino il mancato versamento dei contributi e la convenzione tra il Centro universitario e Unimesport.

dipendenti cus messina

I carabinieri della Pg hanno acquisito atti nella sededel Cus all’Annunziata, dove si sono recati anche i funzionari dell’Ispettorato del lavoro che hanno visitato poi la Cittadella universitaria dove hanno ascoltato i lavoratori, sia quelli dell’Università che quelli che in questo momento stanno prestando la loro opera a seguito della convenzione tra Cus e Unimesport. Provvedimento finito proprio nel mirino dei carabinieri e degli ispettori del lavoro che stanno vagliando se ci sia una sorta di “interposizione di manodopera”.
Ipotesi denunciata dai cinque dipendenti del Cus Messina che dal 29 agosto sono in sciopero a oltranza e da segretario generale della Ugl, Salvatore Mercadante. Secondo le accuse, infatti, «il Cus durante questo periodo di sciopero starebbe utilizzando manovalanza non in possesso di regolari contratti di lavoro e requisiti e pertanto sprovvisti
di regolare copertura previdenziale ed assicurativa, in sostituzione del personale in stato di sciopero, continuando a portare avanti servizi e attività che di fatto non potrebbero essere svolte».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi