Una targa e una canzone

Loris: la scuola lo ricorda a un anno dalla morte

Oggi la sua scuola lo ha ricordato con una canzone a lui dedicata, dal titolo "Ricordo", scritta e musicata dalla preside, Giovanna Campo.

Loris, interrogata la madreForse c'è una svolta

Un anno fa il corpo di Loris Stival veniva trovato nel canalone. Oggi la sua scuola lo ha ricordato con una canzone a lui dedicata, dal titolo "Ricordo", scritta e musicata dalla preside, Giovanna Campo. Nel plesso "Falcone Borsellino", frequentato da Loris, si è svolta una breve cerimonia: una targa è stata affissa davanti all'ingresso della classe in ricordo del bambino trovato morto alle 17 di un anno fa nel canalone di contrada Grotte, nei pressi del Mulino vecchio, a due chilometri da Santa Croce Camerina. Sulla targa c'è scritto: "Il nostro pensiero vola a te, al tuo dolce sorriso. Il vivo Ricordo, se non cancella il dolore, ci consente di pensarti né spento né lontano, ma vicino a noi, al sicuro nei nostri cuori dove continui a giocare e a sorridere. Per sempre!". Alla cerimonia hanno preso parte il prefetto Annunziato Vardè, il questore Giuseppe Gammino, il comandante provinciale dei carabinieri, tenente colonnello Sigismondo Fragassi, il sindaco di Santa Croce Camerina Franca Iurato e di Vittoria Giuseppe Nicosia. In prima fila il papà di Loris, Davide Stival, insieme ad alcuni familiari e all'avvocato Daniele Scrofani. Un coro della scuola, formato da un gruppo di alunni, docenti e genitori ha eseguito la canzone "Ricordo". Poi i bambini hanno ricordato Loris con alcune frasi scritte da loro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto