Ragusa

I cittadini potranno curare verde pubblico e piazze

Così si intende favorire l'aggregazione sociale e, in particolare, giovanile

Il regolamento è stato approvato dal consiglio comunale con voto unanime. Permette la collaborazione tra ente e cittadini per rendere ancora più bella la città ed evitare episodi di abbandono di aree e luoghi pubblici

I cittadini potranno curare verde pubblico e piazze

Il consiglio comunale di Ragusa unanime sulla collaborazione tra ente e cittadini

Il Comune di Ragusa  si è dotato di un  “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani”. Il Consiglio Comunale infatti ha approvato all'unanimità lo strumento  che nasce da una proposta di iniziativa consiliare presentata dai consiglieri comunali Carmelo Ialacqua, Maurizio Stevanato e Giorgio Massari. Il regolamento prevede dei “patti di collaborazione” stipulati tra amministrazione e cittadini attivi, grazie ai quali questi ultimi potranno assumere la responsabilità della cura e della rigenerazione di spazi pubblici, come un giardino, una piazza, un edificio abbandonato, un parco, una rotatoria, una via, un immobile storico, una scuola, per poterli usare e farli divenire luoghi in cui svolgere attività ricreative, artistiche, di intrattenimento ed aggregazione giovanile. Per favorire queste forme di attività sociali l'amministrazione sarà chiamata ad attivare diverse forme di sostegno ai cittadini attivi attraverso esenzioni e rimborsi e mettendo a disposizione materiali necessari e consulenze tecniche appropriate. Il regolamento approvato nasce dal preciso intendimento di favorire il potenziamento del “welfare urbano” attraverso lo stimolo ed il sostegno di forme di cittadinanza attiva centrate sulla cura e valorizzazione dei beni comuni urbani, materiali, immateriali e digitali. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi