Falcone

Strage di bovini
sulle rotaie, treno
rischia deragliamento

Una strage di animali, tra cui un vitellino di appena una settimana, che solo per un caso fortuito non ha avuto anche pesanti conseguenze per i viaggiatori del Regionale 8779 proveniente da Messina, che ha rischiato il deragliamento.

Strage di bovini 
sulle rotaie, treno 
rischia deragliamento

L’incidente è avvenuto a poco meno di un chilometro dopo la stazione di Falcone ed ha avuto ripercussioni sul traffico ferroviario per almeno due ore. Il “Regionale” coinvolto nell’incidente (riportando anche dei danni), ha potuto proseguire dopo 45 minuti. Nell’impatto, che il macchinista non ha potuto evitare, tre bovini sono stati sbalzati uno accanto all’altro sulla stradina in terra battuta che costeggia il rilevato (lato mare), mentre il vitellino e probabilmente quella che era la madre sono rimasti esanimi ai bordi del tracciato ferrato. Superfluo ed inutile descrivere le condizioni pietose in cui le povere bestie sono state ridotte dallo scontro, che comunque non è stato frontale; ieri mattina i rilievi e relative verbalizzazioni da parte della Polizia Municipale e del veterinario incaricato dell’Asp, con gli operai delle Ferrovie a presidiare la zona. Da un primo esame superficiale sembrerebbe che gli animali non fossero dotati di chip identificativi (ma questo è tutto da verificare da eventuali controlli più approfonditi), dai quali risalire al proprietario, che evidentemente li aveva lasciati incustoditi e liberi di pascolare in un sito non proprio dei più adatti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi