Enac

"WindJet non ha inviato
la richiesta per ripartire"

L'Enac "non ha ricevuto alcuna richiesta" per la ripresa delle attività di Wind Jet o per la costituzione della Newco. Lo riferisce lo stesso Ente Nazionale per l'Aviazione Civile in una nota.

"WindJet non ha inviato
la richiesta per ripartire"
L'Enac "non ha ricevuto alcuna richiesta" per la ripresa delle attività di Wind Jet o per la costituzione della Newco. Lo riferisce lo stesso Ente Nazionale per l'Aviazione Civile in una nota.

Ieri,  la compagnia low cost siciliana, che, in pieno agosto, si è fermata, schiacciata da 140 milioni di debiti, aveva annunciato che sarebbe ripartita da dicembre prossimo.

Con riferimento alle notizie relative al possibile riavvio delle attività della compagnia aerea Wind Jet o alla costituzione di una NewCo, l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile precisa nella nota che "ad oggi non è stata presentata all'Ente nessuna istanza né per la ripresa delle operazioni né per il rilascio di una nuova Licenza e di un nuovo Certificato di Operatore Aereo".

"Qualora Wind Jet presentasse una domanda per la ripresa delle operazioni, o per la costituzione di una nuova compagnia, l'Enac - prosegue il comunicato - effettuerà le verifiche approfondite previste dai Regolamenti europei sulla sussistenza dei requisiti economico-finanziari e tecnico-operativi a garanzia della sostenibilità del vettore".

L'Ente precisa infine che, "come previsto dalla vigente normativa europea, e come coerentemente fatto fino ad ora in attuazione del proprio mandato istituzionale, continuerà ad operare esercitando la propria attività di vigilanza e controllo a tutela della sicurezza delle operazioni e dei diritti dei passeggeri".

"L'intervento dell'Irfis, finanziaria controllata dalla Regione, sulla vicenda Windjet è una trovata propagandistica del governo di Raffaele Lombardo. Si sta facendo speculazione elettorale sulla pelle dei lavoratori.
La vertenza è stata aperta a giugno, da mesi il governo sarebbe potuto intervenire per prefigurare un salvataggio pubblico annunciarlo alla vigilia del voto è ancora una volta una manovra strumentale". Lo dice Giovanna Marano, candidata governatore in Sicilia (Idv, Sel, Federazione della sinistra) in merito al coinvolgimento dell'Irfis nell'operazione di rilancio di Windjet.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi