Operazione Jolly

Spaccio di “erba” tra
Messina e Villafranca
In 14 davanti al Gup

I primi coinvolti erano in tutto sei, l’udienza è stata fissata per il 16 ottobre prossimo. Due anni di indagini dei carabinieri tra città e comune tirrenico per ricostruire un “market” della droga leggera.

Spaccio di “erba” tra 
Messina e Villafranca
In 14 davanti al Gup

E adesso per questa inchiesta ci sono quattordici indagati che il prossimo 16 ottobre dovranno comparire davanti al giudice per l’udienza preliminare Maria Teresa Arena.
Nel dicembre dello scorso anno le ordinanze di custodia furono siglate dal gip Antonino Genovese, su richiesta del sostituto procuratore della Dda Angelo Cavallo e della collega di Procura Adriana Sciglio. Nell’aprile scorso si registrò invece l’atto di chiusura delle indagini preliminari. Le sei persone arrestate all’epoca furono la 25enne di
Villafranca Giovanna Crea, il 36enne Gabriel Ferraù, messinese del villaggio Santo, il 27enne Antonino Fasolo detto “Jolly” (da qui il nome dell’inchiesta), anche lui di Villafranca, e poi Giacomo Russo, 32 anni, di Villafranca, il “puffo” (all'epoca ottenne gli arresti domiciliari); Giuseppe Costa, 30 anni, di Messina; e infine Fabrizio Fenghi, 34 anni, di Spadafora. L’accusa contestata per tutti, a vario titolo, è di concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400