Giusy Buscemi

19enne siciliana
è Miss Italia

Il titolo di MissItalia 2012 è andato alla bionda Giusy Buscemi, miss Wella Professionals Sicilia, 19 anni, di Mazara del Vallo (Trapani), appena diplomata e in attesa dei test d'ammissione all'università.

Giusy Buscemi

Giusy Buscemi

"Voglio essere una miss che non solo è bella ma sa anche ballare". La siciliana Giusy Buscemi, 19 anni, è la nuova Miss Italia. E' stata eletta nella finalissima di Montecatini Terme. Originaria di Mazara del Vallo (Trapani), capelli biondi e occhi verdi, è molto determinata: "Voglio fare l'attrice e ce la metterò tutta per realizzare anche questo mio sogno". Nei giorni scorsi aveva già vinto la fascia di Miss Wella Professional, titolo che ora passerà alla seconda classificata in quella categoria. Maturità scientifica, Giusy si prepara per i test di ammissione all'università. "Pensate che coincidenza il risultato lo avrò domani". Ha un fratello di 17 anni e nel tempo libero pratica danza. Ha partecipato a Miss Italia perché è stato il sogno di tutta la sua adolescenza. A incoronarla pochi minuti prima dell'una di notte Beppe Fiorello presidente della giuria di qualità. Una lunga maratona tv iniziata alle 20.40 quando dal PalaSpecchiasol di Montecatini Terme ha inizio la serata finale di Miss Italia 2012, che ha avuto tra gli ospiti anche Annalisa Minetti, bronzo alle Paralimpiadi ed ex concorrente del concorso. Fabrizio Frizzi fa il suo ingresso, saluta e presenta ragazze ed, in particolare, le cinque miss fuori gioco alle quali la giuria ha dato l'opportunità di rientrare in gara. Entra in scena un carrello con un telefono. In attesa dell'esito del televoto, le cinque ragazze potranno chiamare una persona cara per farsi 'sponsorizzare' davanti ala giuria. I primi due tentativi vanno a vuoto. Finalmente risponde qualcuno: "Ciao bella di papà. Sei l'amore mio!". Altro giro altra corsa. Dovrebbe rispondere il cugino della miss numero 76, ma la diretta interessata resta interdetta: "Ma questo non è mio cugino!". Frizzi ci ride su: "Abbiamo inventato un nuovo genere televisivo". Dalla giuria, Caterina Balivo spiega: "Abbiamo litigato e scelto quelle che avessero qualcosa di speciale". "Sono meravigliose", interviene Anna Tatangelo che aggiunge "il tempo darà ragione ad ognuna". Mentre la conduttrice Paola Perego che ha iniziato da modella rileva: "Io alla loro età al confronto sembravo Heidi". Beppe Fiorello alle tante ragazze in concorso che vogliono diventare attrici consiglia "di rimanere sempre se stesse e studiare sempre". Arriva la prima busta pesante di questa finale. Fischi per l'uscita della bella campana Ludovica Frasca. Frizzi dà il via ad un nuovo televoto: avanzano in cinque. Arrivano Valentina Vezzali e Max Giusti. Le 101 miss, promosse e bocciate, tutte insieme, omaggiano il fascino biondo: da Marilyn Monroe a Madonna. La Cuccarini si complimenta per la loro esibizione, Max Giusti annuncia il suo ritorno con pacchi, la Daniele il suo Linea Verde. Via al televoto. Non mancano le polemiche con la mamma di una concorrente esclusa che sbotta: "Non sono d'accordo ho visto molte delle ragazze più belle non passare il turno. Questo secondo me è a causa del peso eccessivo del televoto. Viene meno lo spirito del concorso che dovrebbe eleggere la più bella d'Italia". Interviene Frizzi questo regolamento c'é dal '91, quando le ragazze si sono iscritte ne erano consapevoli. Nel pomeriggio a tenere banco in conferenza stampa (presenti i campioni olimpici Jessica Rossi, Elisa Di Francisca, Mauro Nespoli, Carlo Molfetta, Luigi Mastrangelo e la pilota di Formula3 Vicki Piria) anche un tema insolito sollevato da alcuni giornalisti, la chirurgia estetica. Fino a che punto si puo' ricorrere a qualche ritocchino? Se nello sport il doping sono le sostanze che si assumono per alterare le prestazioni in gara, nei concorsi di bellezza qual è l'eventuale 'doping'? A dare la chiave di lettura il patron del concorso Patrizia Mirigliani, sorpresa per il fatto che ad atleti che hanno portato alta la bandiera dell'Italia vengano fatte domande di questa natura: "Noi non possiamo andare a vedere e toccare per poter capire se una ragazza si sia rifatta il seno o meno. Di certo il regolamento non ne parla in quanto, quando è nato il concorso, la chirurgia estetica non esisteva". Gli olimpionici hanno alla fine detto la loro: "Sarebbe scorretto, così come lo è nello sport". Dagli sportivi un augurio alle ragazze a realizzare i loro sogni. Frizzi saluta dando l'addio a Miss Italia dopo 17 edizioni questa è l'ultima.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi