Catona

Rissa tra indiani, maltrattamenti
in famiglia e furto di acqua, 5 arresti

Vasta operazione di controllo del territorio eseguita dai carabinieri del nucleo radiomobile. Fondamentale la segnalazione al 112

Rissa tra indiani, maltrattamenti 
in famiglia e furto di acqua, 5 arresti

La rissa è stata sedata dall'intervento dei carabinieri

Botte da orbi tra cittadini di nazionalità indiana a Catona. In tre se le stavano dando di santa ragione, poco dopo la mezzanotte di venerdì, colpendosi con tutto ciò che si ritrovavano tra le mani.Urla e stramazzi che hanno attirato l’attenzione della gente del rione, nelle vicinanze della Stazione ferroviaria di Catona.
A segnalare la rissa i cittadini, allarmati dalla piega violenta che aveva assunto la lite, prendendo d’assalto il numero telefonico di emergenza pubblica “112”. Immediato l’intervento della prima “gazzella” dei carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia cittadina.
A Cannavò si è ritrovato con le manette ai polsi, con l’accusa di furto aggravato, Giuseppe Marrapodi, 38 anni. Per aver rubato acqua dalla condotta idrica comunale.Quinto arresto ad Ortì, altra frazione collinare della città. In manette, questa volta, è finito un 44enne, Z.F., per maltrattamenti in famiglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi