REGGIO CALABRIA

Tenta suicidio dopo aver
perso il lavoro

Aveva minacciato di gettarsi sui cavi elettrici della stazione. Salvato dai Carabinieri

Tenta suicidio dopo aver
perso il lavoro

Tenta il suicidio per problemi economici e familiari dovuti alla perdita del posto di lavoro.

Un uomo è stato salvato dai Carabinieri. I militari dell'arma sono intervenuti sul lungomare Falcomatà, all'altezza del circolo velico dove era stata segnalata la presenza di un individuo il quale manifestava. Era in evidente stato alterazione psichica che, sul muro di cinta linea ferrata Ferrovie dello Stato, minacciava di lanciarsi sui cavi elettrici ad alta tensione sottostanti.

Dopo aver tentano invano, per più volte, di convincere l’uomo a desistere da compimento insano gesto, i carabinieri repentinamente lo afferravano dagli indumenti e lo tiravano giù dal muro, evitando che precipitasse su binari sottostanti, da un’altezza metri 10 circa.

L’uomo identificato coniugato, disoccupato, era trattenuto sul posto in attesa dell’intervento del personale medico 118.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi