PORTO DI GIOIA TAURO

Cassintegrazione,
i lavoratori
bocciano l'accordo

I 1010 dipendenti della Medcenter Container Terminal hanno bocciato l'accordo sottoscritto alla Regione tra l'azienda che gestisce le banchine del porto di Gioia Tauro e i sindacati di Cgil, Cisl e Ug.

Porto di Gioia Tauro

Le gru in funzione nel porto di Gioia Tauro

Alle 19 e 15 arriva l'ufficialità. I 1010 dipendenti della Medcenter Container Terminal hanno bocciato l'accordo sottoscritto alla Regione tra l'azienda che gestisce le banchine del porto di Gioia Tauro e i sindacati di Cgil, Cisl e Ug.

Uno spoglio interminabile con tanta attesa all'interno dei locali allestiti a sede di votazione ha sancito la definitiva scelta dei dipendenti che si sono espressi negativamente anche contro i loro rappresentanti sindacali.

Tre sigle per il "sì" convinto. Una, la Uil, che ha preso tempo in attesa del piano industriale. Solo il sindacato autonomo Sul ha manifestato sin dall'avvio delle trattativa tutta la sua contrarietà al testo.

Si ricorda che la Mct aveva chiesto gli ammortizzatori sociali straordinari per riorganizzazione aziendale per 537 dipendenti, poi scesi a 486 dopo la firma dell'accordo, oggi bocciato. Adesso si apre una nuova fase ricca di incognite per il porto di Gioia Tauro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi