Reggio Calabria

Bocche cucite agli interrogatori di garanzia

Dominique Suraci e Giuseppe Rechichi non rispondono alle domande del giudice per le indagini preliminari Domenico Santoro

Bocche cucite agli interrogatori di garanzia

L'uscita dal Comando provinciale dei Carabinieri di Dominique Suraci

Oggi interrogatori di garanzia delle due operazioni Sistema e Assenzaio condotte dalla Dda di Reggio che hanno smantellato un gruppo mafioso imprenditoriale.

Degli otto indagati comparsi davanti al gip Domenico Santoro, in 5 si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Tra questi Dominique Suraci, imprenditore ex consigliere comunale per due legislature, e Giuseppe Rechichi, ex direttore della società mista Multiservizi, Giuseppe Crocè, Soloua Senia e Vincenzo Ferrigno. 


Hanno risposto invece Luciano Falcomatà e Costanza Ada Riggio, indagata per corruzione elettorale, che a capo di un istituto di formazione garantiva promozioni in cambio di voti all'imprenditore Suraci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi