Reggio Calabria

La metropolitana di Milano passerà ancora... da Reggio

Parte dei nuovi convogli saranno realizzati nello stabilimento Hitachi di Torre Lupo. La commessa rafforza ulteriormente la posizione e il ruolo dell’unità produttiva dello Stretto “rinata” quasi tre anni fa

La metropolitana di Milano passerà ancora... da Reggio

Continueranno a uscire dalle linee produttive degli stabilimenti reggini di Torre Lupo i nuovi treni Leonardo destinati ad andare in servizio sulla linea 2 della Metropolitana di Milano. L’annuncio ufficiale ieri da Hitachi Rail Italy che ha sottoscritto un contratto da 87 milioni di euro per la fornitura di 12 veicoli che andranno ad aggiungersi ai 60 precedentemente ordinati dall’Atm, l’Azienda Trasporti Milanesi, attraverso l’Accordo Quadro del 2012. Oltre che lo stabilimento di Reggio Calabria la nuova commessa riguarderà un altro polo produttivo del Mezzogiorno, quello di Napoli. La consegna di questi dodici treni è stata programmata a partire dall’autunno del prossimo anno.

Come quelli già in servizio sulle linee 1 e 2 della metro del capoluogo lombardo, si tratterà di mezzi di ultima generazione dal punto di vista tecnologico e della sicurezza, all’avanguardia per quanto riguarda il comfort del passeggero e con un design innovativo open-space che consente ai viaggiatori di vedere dal fondo all’inizio del treno.

Per lo stabilimento di Torre Lupo si tratta di un altro importante passo lungo quel virtuoso percorso di crescita che nel giro di pochi anni ha visto le linee produttive di Torre Lupo “sfornare” convogli per la metro “leggera” automatizzata di Lima, per il trasporto veloce di superficie di Taipei, per la metro di Copenaghen (oltre a essere interessato dall’importante accordo per la manutenzione relative ai Frecciarossa 1000, ai Frecciarossa 500 e ai treni regionali Tsr).

Che la metro di Milano “parlasse” anche calabrese era già emerso a febbraio dello scorso anno quando l’unità produttiva delle ex Omeca era stata individuata tra quelle nelle quali realizzare la prima parte della commessa per la metro di Milano. Si tratta di treni dotati di strutture e carrelli capaci di garantire una marcia silenziosa, impianto di climatizzazione integrale estate/inverno, pareti resistenti ad atti vandalici, sistema di videosorveglianza con registrazione continua delle immagini del comparto passeggeri. Grande attenzione è stata anche riservata al design, curato da esperti del settore, sviluppato su un progetto di stile che ha recepito specifiche richieste del cliente.

Per il ceo di Hitachi Rail Italy e Group Coo Service & Maintenance Hitachi Rail Mauriziop Manfellotto «questo nuovo contratto testimonia la soddisfazione del nostro cliente per l’azienda e i suoi prodotti. I passeggeri milanesi hanno già testato questi treni e siamo orgogliosi di poterne realizzare altri che contribuiranno all’ulteriore evoluzione della mobilità cittadina». Per Giuseppe Marino, Group Coo Rolling Stock Hitachi Rail «affidabilità, qualità, puntualità del piano consegne sono i driver di una mobilità moderna e sostenibile».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi