ROSARNO

Picchia svizzero che lo filma mentre getta rifiuti

Il responsabile dell'aggressione, Alessandro Andreacchio, di 32 anni, é stato fermato dai carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro in esecuzione di un decreto emesso dalla Procura della Repubblica di Palmi. L'accusa nei suoi confronti é di tentato omicidio e tentata rapina aggravata. Per lui é stata disposta la traduzione nel carcere di Reggio Calabria

Carabiniere uccide il padre

Ha ripreso col cellulare un trentaduenne che scaricava illecitamente rifiuti lungo il margine di un torrente e, per tutta risposta, é stato minacciato, aggredito e picchiato da quest'ultimo, che ha anche tentato di sottrargli il cellulare e di investirlo con la propria auto. É la disavventura vissuta da un turista svizzero di 54 anni a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro.
Il responsabile dell'aggressione, Alessandro Andreacchio, di 32 anni, é stato fermato dai carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro in esecuzione di un decreto emesso dalla Procura della Repubblica di Palmi. L'accusa nei suoi confronti é di tentato omicidio e tentata rapina aggravata. Per lui é stata disposta la traduzione nel carcere di Reggio Calabria.
Il turista, che ha anche ripreso l'aggressione subita, ha riportato lesioni alle braccia per le quali é stato medicato nell'ospedale di Gioia Tauro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi