Nel Reggino

Fucile clandestino in un suo terreno, scarcerato dal gip

Un fucile semiautomatico Beretta cal. 12 con matricola abrasa è stato trovato in un vecchio sedile di automobile durante una perquisizione dai carabinieri della Compagnia di Taurianova e dello Squadrone “Cacciatori”, che hanno arrestato Giovanni Noto, 40enne imprenditore agricolo, accusato di possesso di arma clandestina.


Il fucile, trovato in un terreno di località Giardino Grande di Molochio in uso all’arrestato, è stato sottoposto a sequestro in attesa dei successivi accertamenti tecnici.


L’uomo è stato anche denunciato per smaltimento illecito di rifiuti e detenzione di animali pericolosi: in un ovile e una stalla allevava 11 cinghiali – dei quali è vietata la detenzione – 27 capi di ovini-caprini e 2 equini, tutti privi di tracciabilità e identificazione, che sono stati posti sotto sequestro sanitario.


L’arrestato è stato ristretto ai domiciliari e poi scarcerato dal gip contestualmente alla convalida dell’arresto, per la mancanza di elementi univoci che escludano la possibilità che sia stato qualcun altro a occultare il fucile.(f.a.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi