'Ndrangheta

Confiscati beni a un esponente della cosca Maio

Il destinatario del provvedimento è un 87enne di Taurianova. Ci sono un'azienda agrumaria, terreni, case e rapporti bancari.

Palpeggia una bimba di 10anni, arrestato 78enne

Beni mobili e immobili per un valore di 1,1 milioni di euro sono stati confiscati a Giuseppe Panuccio, di 87 anni, attualmente agli arresti domiciliari, ritenuto esponente di rilievo della cosca "Maio" di Taurianova. Il provvedimento, emesso dalla Sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria ed eseguito dai carabinieri del Comando provinciale reggino, scaturisce da un'attività di accertamento patrimoniale condotta in conseguenza dell'operazione "Tutto in famiglia" del dicembre 2011.

In quella circostanza che portò alla disarticolazione della cosca, Panuccio ed altri 19 furono destinatari di un fermo di indiziato di delitto per associazione mafiosa, usura, danneggiamento e minacce. Panuccio, che sarà sottoposto a sorveglianza speciale e obbligo di residenza, nel 2014 è stato condannato a 12 anni di reclusione. I beni confiscati sono un'azienda agrumicola, 7 terreni, un fabbricato e svariati rapporti bancari, titoli obbligazionari e polizze assicurative.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Nubifragio in città

Nubifragio in città

di Luana Costa