Rimborsopoli

M5s: le Iene svelano altri 3 nomi, c'è una candidata a Reggio

M5s: le Iene svelano altri 3 nomi, c'è una candidata a Reggio

Federica Dieni

Il programma "Le Iene" svela altri 3 nomi di parlamentari M5s che sarebbero coinvolti nel "caso rimborsi". Si tratta dei deputati Francesco Cariello, Emanuele Scagliusi e Federica Dieni candidata nel collegio uninominale di Reggio Calabria.

Per Federica Dieni e Emanuele Scagliusi i vertici del M5S hanno previsto «un richiamo» essendo considerati «casi minori». Lo scrive, in un post sul blog, il M5S che invece annuncia l’espulsione dal Movimento di Francesco Cariello e del consigliere Regionale emiliano-romagnolo Gian Luca Sassi. Il M5S pubblica inoltre la tabella con tutti gli importi restituiti dai parlamentari secondo il sito tirendiconto.it e secondo il Mef. «Abbiamo rinunciato e donato oltre 90 milioni di euro», si legge nel post, intitolato "L'orgoglio del M5S".

"L'ostinazione morbosa con cui la trasmissione Le Iene si sta accanendo sulla questione dei nostri rimborsi rischia di scadere nel grottesco", denuncia la deputata M5s Federica Dieni. "Un discorso, infatti, è la trasparenza ed il rispetto delle regole, e certamente dobbiamo ringraziare chi ci ha permesso di individuare casi in cui si sono violati i nostri principi e che per fortuna rappresentano un’eccezione.
Altra cosa, però, attaccarsi ad ogni dettaglio, per trovare un’irregolarità qualsiasi con cui scagliarsi contro il MoVimento 5 Stelle", avverte dalla sua pagina Facebook.
"Sono stata contattata telefonicamente da Filippo Roma - racconta Dieni - che mi ha chiesto conto di una ricevuta inserita sul sito tirendiconto.it nell’aprile del 2014. Mi contestano il fatto che ho dichiarato un bonifico quando in realtà l ho fatto in due tranche. Mi spiego: la somma che dovevo restituire era di 6139,93. Non ho fatto un unico bonifico ma due. Il primo di 1739,63 euro (il 17 novembre 2014) e il secondo di 4401,10 euro (il 29 novembre 2014). Non riuscendo a caricare su tirendiconto.it entrambe le distinte ho caricato solo la prima modificando l’importo. Questa chiaramente è una leggerezza di cui mi pento e mi scuso. Ma la somma è corretta, così come è corretto l’importo totale delle restituzioni".
"A Le Iene dico: io ho donato 115mila euro del mio stipendio. Ho fatto un errore nel modificare una cifra su una distinta per farla corrispondere alla somma di 2 bonifici ma non ho sottratto - sottolinea la deputata - un centesimo. Io credo che nel giudicare una persona vada messo sulla bilancia questo errore e il fatto che non ho sottratto un centesimo ma ho donato 115mila euro del mio stipendio da parlamentare al fondo per il microcredito".

Tutti i dettagli nell'edizione in edicola 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi