Siderno

Funerali privati all'alba per vittima agguato

Disposti Questore Reggio Calabria. Ucciso con 5 colpi alle spalle

Funerali privati all'alba per vittima agguato

Foto d'archivio

Si sono svolti questa mattina poco prima dell’alba in forma strettamente privata, nel cimitero di Siderno Superiore, i funerali di Carmelo “Mino” Muià, ucciso a colpi di pistola la sera di giovedì scorso mentre rientrava a casa in sella alla sua bicicletta elettrica. Il commerciante di carni 45enne, sorvegliato speciale, è considerato dagli investigatori soggetto di primo piano della potente cosca Commisso di Siderno.

Da qui la decisione del qustore di Reggio di divieto di funerali in forma pubblica. Sul fronte delle indagini – adesso passate nelle mani della Direzione distrettuale antimafia di Reggio (a seguirle è personalmente l'aggiunto Giuseppe Lombardo) – si sta battendo ogni pista, senza tralasciare il benchè minimo indizio. Dagli interrogatori finora compiuti dagli investigatori (sotto torchio familiari, parenti e alcuni amici e conoscenti della vittima) è emerso ben poco. Si cerca la chiave giusta non solo per “leggere” un delitto che ha avuto una vittima considerata “eccellente” ma anche per avere utili indicazioni sugli scenari che potrebbero adesso aprirsi e riuscire a capire cosa potrà accadere da qui in avanti nella cittadina sidernese, già in passato al centro, nell’ultimo quarto di secolo, di cruenti e sanguinari scontri e faide tra clan e sottogruppi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi