Reggio Calabria

Cadavere carbonizzato: ipotesi delitto non di 'ndrangheta

polizia

Sarebbe di un pensionato incensurato di 69 anni il corpo rinvenuto carbonizzato stamattina sotto un’autovettura incendiata nel quartiere di Arghillà, estrema periferia a nord di Reggio Calabria.


Secondo le prime risultanze investigative il cadavere carbonizzato sarebbe infatti del proprietario dell’autovettura, una Peugeot 206 rinvenuta dagli agenti delle volanti in piazzetta Modenelle.

L'uomo, Antonio Barresi, vedovo, incensurato, ex dipendente delle Ferrovie dello Stato, residente a Villa San Giovanni, al momento non è stato trovato dalla Polizia, che ritiene quindi molto probabile che sia lui la vittima. Proseguono le indagini della squadra mobile diretta dal primo dirigente Francesco Rattà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi