Reggio

La risorsa della “cantera” amaranto

Imminente il bando per il nuovo affitto del centro sportivo "Sant'Agata". Il giudice Campagna: «In vendita tutto ciò che era di proprietà del fallito»

La risorsa della “cantera” amaranto

Le vicende sportive del Sant’Agata - 48mila metri quadrati, sei campi, spogliatoi, foresteria, strutture diverse - hanno seguito di pari passo le fortune della Reggina 1986. Poi il declino, le problematiche giudiziarie, i sigilli, la curatela fallimentare, il dissequestro parziale. Gli impianti sono “riemersi” dal limbo fra l’altro grazie alla Reggina di Mimmo Praticò, che vi paga l’affitto.

Nel giugno scorso «per la valorizzazione definitiva», la Città Metropolitana, il Comune, la curatela del fallimento della Reggina Calcio-Tribunale di Reggio hanno manifestato l’impegno di redigere e pubblicare un “bando congiunto” per la concessione del centro sportivo per un periodo superiore alla scadenza del 31 dicembre 2020 “nonché per la vendita dei beni materiali e immateriali della Reggina Calcio spa”.

L'articolo completo nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud.

Clicca qui per acquistare la tua copia digitale

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi