VILLA SAN GIOVANNI

Mandano all’ospedale un giovane per rapina

In manette due 21enni

Picchiato e rapinato da baby gang

Foto d'archivio


VILLA SAN GIOVANNI

Due arresti per rapina aggravata in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere: a finire al carcere di Arghillà due 21enni, uno scillese e uno straniero della Repubblica dominicana.

I due sono stati arrestati ieri dal personale della Polizia di Stato del Commissariato di Villa insieme a personale della Squadra Mobile di Reggio Calabria e dovranno rispondere dei reati di rapina aggravata, ricettazione e lesioni personali.

I fatti risalgono al 25 settembre: un giovane subiva un’aggressione sulla spiaggia in località Bolano, tra Catona e Villa. Il ragazzo era avvicinato da un gruppo di persone che lo aggredivano con brutale ferocia, con calci e pugni in varie parti del corpo tanto che, portato al pronto soccorso, veniva medicato per le contusioni e fratture riportate, ritenute guaribili in 15 giorni.

Fatale la circostanza che alla vittima gli aggressori hanno anche rubato il telefonino cellulare, le chiavi di casa, gli occhiali e la patente di guida.

Una volta partite le indagini serrate da parte degli inquirenti della Polizia di Stato, infatti, a determinare la svolta sono state le descrizioni degli aggressori fornite dalla vittima e soprattutto il ritrovamento del cellulare all’interno del vano sella dello scooter del 21enne scillese.

I poliziotti ieri li hanno raggiunti e hanno notificato loro l’ordinanza cautelare degli arresti in carcere. Terminate le incombenze di rito, i due giovani sono stati trasferiti, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente, nella casa circondariale di Arghillà a Reggio Calabria. (g.c.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi