Gioia Tauro

Traffico di rifiuti o una “bufala”? L’intrigo dei container scomparsi

Smentite dall’Albania ma c’è un’interrogazione parlamentare

Traffico di rifiuti o una “bufala”? L’intrigo dei container scomparsi

GIOIA TAURO

Il porto di Gioia trascinato in una gigantesca “bufala”? Così fosse, avrebbe del clamoroso la recente interrogazione parlamentare presentata giovedì dal deputato grillino Riccardo Nuti per chiedere al Governo di far luce su un presunto traffico di rifiuti dalle proporzioni spaventose che vedrebbe coinvolto il nostro Paese, l’Albania e la Macedonia per un totale di 28.600 tonnellate di “monnezza”, anche pericolosa (rifiuti urbani e industriali provenienti da Napoli, Bari e Imperia), che ora nessuno sa che fine abbia fatto.

«Regolarmente imbarcati a Gioia Tauro – scrive Nuti – diretti alla discarica di Drisla (Skopje), Macedonia e scaricati al porto di Durazzo, Albania, senza tuttavia aver mai raggiunto destinazione e aver mai varcato il confine albanese-macedone».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Morto 23 giorni dopo la lite

Morto 23 giorni dopo la lite

di Rosario Stanizzi