Reggio Calabria

Pugno all'arbitro, Daspo di 5 anni per giocatore dilettante

Pugno all'arbitro, Daspo di 5 anni per giocatore dilettante

Un calciatore della squadra del «Cardeto Calcio», squadra di seconda categoria calabrese, è stato sottoposto ad un Daspo per la durata di 5 anni dal questore di Reggio Calabria Raffaele Grassi.
Il calciatore, G.C., di 28 anni, durante l’incontro del 12 febbraio scorso contro l’Audax Ravagnese, secondo l’accusa, ha
reagito alla sua espulsione, decretata dall’arbitro per doppia ammonizione, colpendo il direttore di gara con un pugno al volto
e procurandogli la rottura del timpano. Al giocatore, che è stato anche denunciato alla Procura della Repubblica, è stato
prescritto anche l’obbligo di presentazione in questura per la durata di anni cinque. Il provvedimento è stato convalidato
dall’autorità giudiziaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi