REGGIO CALABRIA

Sequestrati immobili a presunto boss reggino

Ritenuto capo "locale" Gallicianò. Provvedimento eseguito da Dia

DIA

La Dia di Reggio Calabria ha sequestrato sei immobili e disponibilità finanziarie, il cui valore complessivo è in via di quantificazione, a Giuseppe Nucera, di 71 anni, attualmente detenuto, ritenuto il capo della "locale" di 'ndrangheta di Gallicianò, frazione di Condofuri. Il provvedimento è stata disposto dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della Procura e della Dia reggine. Il sequestro scaturisce da indagini svolte sull'intero patrimonio di Nucera. Gli accertamenti effettuati hanno consentito di acclarare, infatti, una netta sproporzione tra i redditi dichiarati dal settantunenne e gli investimenti effettuati. Nucera allo stato sta scontando delle condanne per associazione di stampo mafioso. Il sequestro ha riguardato sei unità immobiliari a Reggio Calabria, in contrada Boschicello, e disponibilità finanziarie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi