nel reggino

Tentata estorsione, arrestato nigeriano

Riace, pretendeva i soldi di un progetto un nigeriano senza fissa dimora che ha resistito anche ai carabinieri

Tentata estorsione, arrestato nigeriano

Un cittadino nigeriano, senza fissa dimora, Happy Osajie, di 33 anni, è stato arrestato a Riace, in flagranza di reato, dai carabinieri con l'accusa di tentata estorsione, resistenza a pubblico ufficiale e violenza privata. I militari, a seguito di una richiesta giunta al 112, sono intervenuti nel centro del paese dove il trentatreenne, secondo quanto riferito dai carabinieri, aveva impedito ad una interprete di un'associazione di salire in macchina e successivamente aveva minacciato e spintonato il presidente dell'associazione che gestisce il progetto "Posti Straordinari Prefettura di Reggio Calabria" di cui Osajie ha fatto parte fino allo scorso mese di maggio. Il nigeriano avrebbe cercato indebitamente di ottenere la corresponsione della retta, pari a 250 euro, che non gli spettava in quanto non più rientrante nel progetto. Alla vista dei militari Osajie ha anche tentato di opporsi alla perquisizione spintonandoli ma è stato bloccato. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi