Melito Porto Salvo

Furto di energia elettrica, arrestato

Furto di energia elettrica, arrestato

Aveva posizionato un magnete sul misuratore di energia elettrica per alterarne il funzionamento e impedire la contabilizzazione dei consumi. Un commerciante S.C.A. di 60 anni, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dai carabinieri e posto ai domiciliari per furto a Melito Porto Salvo (Reggio Calabria). I militari hanno verificato un consumo stimato di 13 mila chilowattora con un danno per la società erogatrice dell'Enel pari a 30 mila euro.
Sempre per il reato di furto di energia elettrica, i carabinieri hanno denunciato in stato di libertà, due ottantenni di Taurianova, dopo che in due distinti controlli gli stessi militari, assieme a personale tecnico dell'Enel, hanno riscontrato la manomissione dei contatori del consumo di energia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi