Reggio Calabria

Sparò a ex cognato
dentro un bar

Arrestato dai carabinieri

Antonino Ascrizzi, 47 anni, arrestato dai carabinieri in quanto accusato di essere l'autore del ferimento a colpi di pistola di Giuseppe Amadeo, 50 anni. Sarebbe stato punito per essersi separato dalla sorella dell'aggressore

Sparò a ex cognato dentro un bar

Un uomo, Antonino Ascrizzi, di 47 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Reggio Calabria perché accusato di essere l'autore del ferimento a colpi di pistola dell'ex cognato, Giuseppe Amadeo, 50 anni, avvenuto il 16 marzo scorso in un bar.
All'arrestato i carabinieri hanno notificato una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Reggio Calabria che ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica.
Ascrizzi, secondo l'accusa, sarebbe entrato in un bar di Reggio Calabria ed avrebbe sparato due colpi di pistola ferendo Amadeo alle gambe. La vittima fu soccorsa ed accompagna in ospedale. I carabinieri hanno individuato Ascrizzi attraverso le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza. Gli investigatori hanno ritrovato il casco e la pistola utilizzata per il ferimento.
Il movente del violento gesto è riconducibile, secondo gli investigatori, alla separazione tra la vittima e la sorella di Ascrizzi. (AA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi