CINEMA

Corto Nives vince Reggio Calabria film fest

Il lavoro del regista messinese Fabio Schifilliti, premiato dallo scrittore Mimmo Gangemi, è risultato il più votato dalla giuria presieduta dall'attore Maurizio Marchetti tra quelli presentati nelle varie tappe svoltesi in alcune scuole della provincia di Reggio Calabria.

Reggio Calabria

Il cortometraggio "Nives", di Fabio Schifilliti, ha vinto il primo premio della Special Edition del Reggio Calabria Film Fest dedicata a legalità, omofobia, lgbt e violenza sulle donne. Il lavoro del regista messinese, premiato dallo scrittore Mimmo Gangemi, è risultato il più votato dalla giuria presieduta dall'attore Maurizio Marchetti tra quelli presentati nelle varie tappe svoltesi in alcune scuole della provincia di Reggio Calabria. Secondo posto per "The bookmakers" e terzo per "Premio per la migliore sceneggiatura", per la regia, rispettivamente, di Alessandro Tonda e di Alfio D'Agata. La serata conclusiva, svoltasi domenica sera alla "Luna Ribelle", è stata caratterizzata da tre diversi momenti. Nel primo è stato presentato il libro di Salvatore Striano dal titolo "La tempesta di Sasà", edito da Chiarelettere. L'attore di "Gomorra" e "Cesare deve morire", intervistato dalla giornalista Claudia Tamiro, ha discusso anche sui temi relativi al sistema carcerario italiano con il Garante dei diritti dei detenuti Agostino Siviglia. Al centro di un forum con vari operatori dell'informazione, Striano ha raccontato la difficile storia della sua vita nel gruppo napoletano delle "Teste Matte" e ha raccontato come ha trovato la strada che lo ha condotto al successo fino a conquistare anche un Orso d'oro a Berlino. Il secondo appuntamento della serata ha seguito il fil rouge del "riscatto sociale" con l'attore Francesco Benigno. Attraverso il cortometraggio "Benigno", l'attore palermitano, noto per aver interpretato il personaggio di Natale in "Mery per sempre", intervistato dal giornalista Giuseppe Meduri, ha raccontato la sua drammatica infanzia lanciando un messaggio di incoraggiamento per tutti i giovani che vivono situazioni familiari complesse, sempre con il sorriso sulle labbra. Benigno ha poi anticipato alcune curiosità sul suo nuovo progetto che prevede anche la produzione di un lungometraggio dal titolo "Il colore del dolore". In conclusione, durante la premiazione coordinata dai giornalisti Antonio Morelli e Giuseppe Praticò di Immedia Live, hanno ricevuto riconoscimenti i cortometraggi più votati nelle scorse settimane dalla giuria qualificata, con una menzione speciale per "Lui era mio padre", del regista reggino Lorenzo Amadeo. Presenti anche gli attori di "Gomorra - La serie", in onda su Sky a partire dal prossimo 10 maggio, Salvatore Esposito (peraltro protagonista del corto "The Bookmakers"), Carmine Lo Monaco e Fabio De Caro. "Abbiamo voluto supportare questo progetto - ha dichiarato il presidente del Consiglio provinciale di Reggio Calabria, Antonio Eroi - soprattutto per la delicatezza dei temi trattati. In controtendenza con quanto sta avvenendo negli ultimi tempi, abbiamo scelto di investire un po' di risorse nella cultura cinematografica, un aspetto molto importante per l'immagine del nostro territorio". Soddisfatto anche l'organizzatore della Special Edition, Michele Geria. "Questo è il prologo - ha detto - all'evento del prossimo novembre e sono molto contento per la grande partecipazione di addetti ai lavori e di appassionati. Per Reggio e per tutta la Calabria in generale è fondamentale investire nel cinema. Perché da un lato viene fuori la parte migliore della nostra terra e dall'altro tanti giovani talenti hanno la possibilità di mettersi in mostra e costruire il proprio futuro senza dover necessariamente andar via. La presenza di tantissimi attori di primo piano nel panorama nazionale e internazionale a questo spin off del Reggio Calabria Film Fest deve essere motivo di grande orgoglio per la nostra città". (A.A.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi