Palmi

Chiusi in gabbia
illegalmente

Operazione antibracconaggio del Corpo forestale dello Stato, che ha liberato decine di cardellini

Chiusi in gabbia illegalmente

Quattro persone sono state denunciate, in distinte circostanze, nel reggino, per detenzione abusiva di fauna protetta dal Comando provinciale del Corpo forestale dello Stato di Reggio Calabria.
Nel primo caso a Palmi gli agenti, su segnalazione dei volontari dell'associazione Cabs, nei pressi di un'abitazione, hanno trovato 44 esemplari di cardellino, specie particolarmente protetta dalla legge sulla caccia, rinchiusi in piccole gabbie.
Successivamente gli agenti hanno scoperto nella stessa zona della cittadina tirrenica, all'interno di un vano appositamente attrezzato 10 altri cardellini detenuti illegalmente. I piccoli volatili sono stati sequestrati e, successivamente, liberati in natura. A Fiumara gli agenti del nucleo antibracconaggio hanno trovato altri 41 cardellini, cinque dei quali morti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi