Reggio Calabria

Confiscati beni a imprenditore

Il provvedimento ha colpito una persona di Palmi e riguarda un patrimonio stimato in 36 milioni di euro, in cui rientra un hotel di Roma, già sottoposto a sequestro nel 2013

DIA

Beni per circa 36 milioni di euro, tra cui un hotel di Roma, già sottoposto a sequestro nel 2013, sono stati confiscati a due imprenditori di Palmi. Il provvedimento è stato eseguito da personale dei Centri operativi Dia di Roma e Reggio Calabria e dalla Polizia di Stato di Reggio e Palmi. La confisca è stata disposta dal Tribunale di Reggio Calabria, Sezione Misure di Prevenzione, su richiesta della Dda reggina a seguito di due attività di indagine condotte dai Centri Operativi Dia di Roma e di Reggio Calabria e dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria, dal Commissariato di Palmi e dalla Divisione Anticrimine della Questura di Reggio Calabria. Le investigazioni hanno consentito di acquisire elementi necessari a dimostrare la sussistenza di rapporti tra i due imprenditori e la presunta cosca Gallico. Tra i beni confiscati c'è anche l'albergo ubicato in uno dei quartieri più esclusivi della capitale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi