Nel Reggino

Riscuote pensione
della madre deceduta

Avrebbe percepito indebitamente 75mila euro. La Guardia di finanza ha eseguito nei confronti di una donna di 57 anni un'ordinanza di sequestro preventivo per equivalente emessa dalla Corte d'appello

guardia di finanza

Ha riscosso la pensione di invalidità e di accompagnamento spettante alla madre deceduta da alcuni anni e per questo è già stata condannata in primo grado. La Guardia di finanza ha eseguito nei confronti di una donna C.Z., di 57 anni, residente in un comune del reggino, un'ordinanza di sequestro preventivo per equivalente emessa dalla Corte di appello presso il Tribunale di Reggio Calabria. La donna, secondo le indagini condotte dai finanzieri con il coordinamento della Procura di Palmi, avrebbe riscosso, senza averne diritto, oltre 75 mila euro. Per questo era stata condannata in primo grado a otto mesi di reclusione. Il provvedimento di sequestro, emesso per un importo pari alla somma indebitamente percepita, è stato attuato a seguito di indagini patrimoniali e finanziarie ed ha riguardato un intero fabbricato, otto appezzamenti di terreno, alcuni dei quali per la sola quota di proprietà posseduta, e diversi conti correnti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi