Reggio Calabria

La piscina finisce
nel mirino dei vandali

Devastati spogliatoi e servizi igienici della struttura di Parco Caserta. Danni ingenti

La piscina finisce nel mirino dei vandali

Vandali in azione alla piscina del Parco Caserta. Un raid in grande stile per devastare spogliatoi e servizi. Muri e sanitari rotti, vernice riversata sui pavimenti. I danni sono ingenti. La notizia l’ha data il sindaco Giuseppe Falcomatà: «Ignoti si sono introdotti all'interno dei locali provocando numerosi danni sulla struttura, attualmente gestita dall'Ati Bocce Verdi e Nuoto Roma che, concluso l’iter per l’aggiudicazione del bando, ha già iniziato i lavori per la riqualificazione della struttura». Falcomatà è stato allertato dai tecnici comunali, a loro volta messi al corrente dalle società assegnatarie.

«In attesa di capire se si tratta di un semplice atto di vandalismo o se ci possa essere uno scopo intimidatorio nei confronti delle società o dell’Amministrazione comunale – ha dichiarato il sindaco – voglio ribadire lo sdegno verso questo deprecabile episodio, sul quale ci auguriamo che le forze dell'ordine possano fare piena luce». Falcomatà ha aggiunto: «Se qualcuno pensa di fermare il rinnovamento inaugurato in città è sulla cattiva strada. Non un passo indietro sul tema della legalità. Parco Caserta deve riaprire al più presto e tornare nella disponibilità dei cittadini. Abbiamo lottato in questi mesi per raggiungere questo risultato e continueremo a farlo ancor più adesso di fronte a questo vile gesto».(r.rc)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi